APERTE LE ISCRIZIONI AL SEMINARIO IL PATRIMONIO ARTISTICO DI VILLA PANZA E LA COMPLESSITA' DI ESSERE EREDE. INCONTRO CON GIUSEPPINA PANZA.

APERTE LE ISCRIZIONI AL SEMINARIO IL PATRIMONIO ARTISTICO DI VILLA PANZA E LA COMPLESSITA' DI ESSERE EREDE. INCONTRO CON GIUSEPPINA PANZA.

mercoledì 13 aprile 2022

Titolo del seminario:

IL PATRIMONIO ARTISTICO DI VILLA PANZA E LA COMPLESSITA' DI ESSERE EREDE.

INCONTRO CON GIUSEPPINA PANZA DI BIUMO.

1 CFU

 

Descrizione del seminario: La Collezione Panza ha origine negli anni Cinquanta, quando il conte Giuseppe Panza inizia a raccogliere opere d’arte americana del XX secolo, ispirate ai temi della luce e del colore. Tra queste sono da ricordare le opere site specific della galleria di arte ambientale, che convivono in armonia con gli ambienti storici della Villa e le raccolte di arte africana e precolombiana. La gestione e la valorizzazione dei patrimoni artistici familiari è una esigenza particolarmente sentita quando si parla di importanti collezioni di opere d’arte come quella formata dal Conte Panza. L’obiettivo di questo seminario è quello di contribuire alla conoscenza delle diverse problematiche che l'erede di un importante patrimonio artistico, Giuseppina Panza, figlia del Conte Giuseppe Panza, si è trovata ad affrontare nella gestione e nella valorizzazione della collezione del proprio padre. Narrando le motivazioni ed i bisogni nella gestione del loro patrimonio, affrontando anche gli aspetti della trasmissione del patrimonio artistico all’interno della famiglia o verso terzi. Villa Panza, è stata donata al FAI nel 1996 da Giuseppe e Giovanna Panza di Biumo, ed è una villa settecentesca situata sul colle di Biumo a Varese, dove si conserva la Collezione oltre ad essere sede di mostre e attività didattiche.

 

La proposta del seminario è legata al programma del corso di Economia della Cultura.

Referente del seminario : MARIANNA AGLIOTTONE, Economia della Cultura, marianna.agliottone@abana.it

 

Svolgimento del seminario: MERCOLEDI' 27 APRILE 2022, ORE 15.30, il seminario verrà svolto in modalità telematica, sulla piattaforma ZOOM, gli iscritti saranno informati del link attraverso il sito web dell'Accademia www.abana.it (sezione news docenti). 

Durata dell'attività didattica: 1 incontro seminariale di 3 ore.

 

Partecipanti: Prioritariamente gli studenti di Didattica e mediazione culturale del patrimonio (B) e gli studenti di Didattica dell’Arte (T). Saranno ammessi poi gli studenti del III anno Triennio e II anno Biennio degli altri Corsi.

Modalità di iscrizione: tramite comunicazione email, indirizzata alla docente di riferimento, con oggetto il proprio cognome e  nome - matricola - corso e anno. TERMINE ISCRIZIONI 18 APRILE 2022. 

 

Giuseppina Panza di Biumo BIO

Nata a Milano, il 29 dicembre del 1958, è la seconda e unica figlia femmina dei cinque figli di Giuseppe e Giovanna Panza di Biumo. Ha studiato come interprete traduttore a Milano e nel 1988 ha iniziato a lavorare nella collezione di famiglia occupandosi del riordino dell’archivio, lavoro già iniziato dal padre e dal fratello Giovanni. Giuseppina sarà sempre più coinvolta, fino a diventare curatrice, direttrice e responsabile delle pubbliche relazioni della collezione Panza, ruoli che ancora oggi ricopre a tempo pieno. Ha viaggiato molto con i genitori, iniziando così a conoscere personalmente artisti, galleristi, direttori dei musei e molte altre persone attive nel mondo dell’arte contemporanea, vicine a Giuseppe e Giovanna Panza di Biumo. Già prima della morte del padre, Giuseppina si è occupata dell’allestimento di tutte le mostre della collezione ed in alcuni casi della loro concezione e realizzazione: le mostre all’Hirshhorn Museum di Washington e al Lucca Museum di Lucca; la mostra d’arte concettuale al MART di Rovereto; alla galleria San Fedele di Milano, all’Accademia di San Luca a Roma; a Palazzo Penna e alla Galleria Nazionale di Perugia; alla Gam di Milano. Spesso invitata a tavole rotonde, conferenze e presentazioni di mostre, Giuseppina scrive pamphlets sulla collezione e gli artisti che ne fanno parte. Inoltre fa parte delle giurie di alcuni premi per l’arte contemporanea ed è una dei garanti di Villa Panza, donata al FAI da Giuseppe Panza di Biumo nel 1996 e aperta al pubblico nel 2000.