News

Giancarlo Torri

 

Nato a Bologna nel 1963, compie studi artistici e partecipa ad alcune esperienze in campo cinematografico tra cui “Una Gita Scolastica” di Pupi Avati. Nel 1986, attratto dai nuovi media elettronici, si dedica all’attività di videomaker.

Nel 1987, inizia a collaborare con i “Giovanotti Mondani Meccanici”, gruppo storico della video computer-art italiana, realizzando video ambientazioni per il teatro, per musei e gallerie d’arte, documentari di architettura per varie università, scenografie elettroniche per la televisione, video allestimenti per serate-evento, spazi espositivi e sfilate di moda, videoclip e videoinstallazioni interattive.

Nel 1996 fonda Vertigo, marchio con il quale prosegue la ricerca nel campo delle nuove tecnologie digitali applicate alla realizzazione di video e video allestimenti. 

Dal 1999 si occupa di Cinema Digitale e Comunicazione per il Cinema, realizzando per Cecchi Gori Group IIF le sequenze in digitale di: “Faccia di Picasso”, “la Mia vita a Stelle e Strisce”, “Andata e Ritorno”. Per CGGIIF FilmAuro realizza i Backstage dei film: “Il Mio West”, “A Ruota Libera”, “Faccia di Picasso”, “A.A.A. Achille”, e “Il Pesce Innamorato”, “Manuale d'amore 2”, “Natale a New York”, “Il mio miglior nemico”.

Effettua il montaggio dei film “Fare Bene Mikles”, “In carne ed ossa” e “Cenci in Cina”. Segue la regia tecnica ed è regista della seconda unità del film “Andata e Ritorno”, effettua la regia del cortometraggio “Senza Rimorso”, pubblicato da Perseo-Istituto Luce nel DVD “I nuovi autori Italiani”.

Per l’Home-video CGG effettua la regia video di “Quei bravi racazzi” e “Pinocchio” con Massimo Ceccherini e Carlo Monni, e per l'Unità “Non ho parole” con P. Hendel.

Realizza le scenografie elettroniche dello spettacolo di danza di Simona Bucci IF, Rebelltanz al Teatro Comunale di Firenze.

Per il portale della Coop-Italia realizza “Mercatoni Pravettoni” una serie con Paolo Hendel.

Cura la campagna publicitaria stampa, TV, web, radio e affissioni 2012 di Publiacqua (Toscana).

Realizza le Video-installazioni in videomapping de “I racconti dell'Arno” e “ERSA” per la mostra permanente all'interno del Museo dell'Arno a Firenze.

Cura per il MIUR i progetti di videoallestimento in videomapping, “ISIA Design Convivio” all'EXPO 2015 e “Un ponte sull’Arno” per le celebrazioni dei 50 anni dall'alluvione di Firenze del 1966.

Per la CGIL realizza “Il cinegiornale dell'era Renzi” con Paolo Hendel e per la CGIL-FP realizza “Messaggio alla Pubblica Nazione di Carcarlo Pravettoni” con Paolo Hendel. 

Realizza, una puntata del Japanese tv show ItteQ ambientata a Roma. (Vertigo coproduce con il Gambero Rosso Channel le trasmissioni TV “Hiro in Japan: Kyūshū” e “Hiro in Japan: Wakayama”).

DOCENZE

Dal 2009 al 2018 presso ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI FIRENZE qualifica: DOCENTE DEL CORSO “TECNICHE AUDIOVISIVE PER IL WEB”

Dal 2016 al 2021 presso ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI ROMA qualifica: DOCENTE DEL CORSO “TECNICHE AUDIOVISIVE PER IL WEB”

dal 2004 al 2016 presso ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI CARRARA qualifica: DOCENTE DEL CORSO “VIDEO EDITING I e II” dal 2006 al 2012 qualifica: DOCENTE DEL CORSO “ELEMENTI DI PRODUZIONE VIDEO” dal 2012 al 2015 qualifica: DOCENTE DEL CORSO “TECNICHE DI MONTAGGIO”

dal 2006 al 2021 presso ISIA DI FIRENZE qualifica: DOCENTE DEL CORSO “DIGITAL VIDEO” dal 2007 al 2018 qualifica: “LABORATORIO DI FOTOGRAFIA E VIDEO”

dal 2014 al 2018 presso ACCADEMIA NEMO DI FIRENZE qualifica: DOCENTE OSPITE DEL CORSO “TECNICHE DI MONTAGGIO”

 

Programma del corso di Cinematografia2 – Triennio

Obiettivi formativi : Il corso si pone come obiettivo l’analisi delle tecniche di produzione e postproduzione del cinema e la loro applicazione finalizzata alla realizzazione di un prodotto cinematografico. Il Corso è a carattere teorico-pratico per la concreta realizzazione di un breve film (cortometraggio assimilabile ad un AD_corporate, un pilot per una webserie o di un videoclip). Durante i diversi momenti di progettazione saranno trattati contestualmente i temi teorici riguardanti la fase in oggetto.

Contenuti e tematiche: Tipologia di produzione cinematografica, stesura di un soggetto, sviluppo di una sceneggiatura, ruoli e reparti, produzione esecutiva, studio e spoglio della sceneggiatura, costruzione del piano economico, PDL e ODG, tecniche di ripresa applicata; inquadrature, movimenti di macchina, direzione della fotografia, studio e fabbricazione di dispositivi “artigianali” per illuminazione e movimentazione MDP, direzione attori, formati di postproduzione, finalizzazione video e audio, distribuzione del prodotto cinematografico (cenni).

Modalità della didattica/Organizzazione del corso: Gli studenti, singolarmente o in gruppi elaboreranno uno o più brevi soggetti, i soggetti scelti saranno poi sviluppati in forma di sceneggiatura per consentire l'attivazione della produzione. Per la fase della produzione, in relazione al numero degli studenti iscritti si potranno formare uno o più gruppi di ripresa (piccole troupe con direttore di produzione, regista, DOP, scenografo, fonico, ecc), nello stesso modo sarà trattata la postproduzione ovvero successivamente saranno formati uno o piu gruppi di finalizzazione (montatore, colorist, doppiaggio, mixaggio, ecc)

Modalità di accertamento finale: I gruppi intestatari dei progetti dovranno preparare per ogni reparto (Produzione, Regia, Fotografia, ecc) una breve scheda di sintesi dell'esperienza che esporranno durante l'esame.

Gli elaborati in forma di file in consegna dovranno essere caricati in una cartella esame sulla piattaforma teams del corso e in aggiunta dovranno essere inviati attraverso wetransfer (o simile) all'indirizzo istituzionale giancarlo.torri@abana.it. almeno una settimana prima della data dell'appello scelto dai gruppi per discutere l'esame.

Gli elaborati in consegna sono:

Il film finito, un trailer e un breve making of (in formato MOV o MPEG4).

Una brochure di presentazione del film e un poster (in formato PDF).

Le schede di sintesi per ogni reparto (in formato PDF).

Ogni studente sarà valutato tenendo conto di una serie di requisiti (esempio: partecipazione, efficacia del lavoro svolto, qualità del filmato presentato, ecc) secondo una tabella che tiene conto di almeno dieci criteri di valutazione.

NOTA: Durante la presentazione del corso chiariremo le regole all'interno delle quali ci muoveremo durante tutte le fasi di realizzazione del film.

 

Programma del corso di Organizzazione e produzione del cinema e della televisione – Biennio

Obiettivi formativi : Il corso, a carattere teorico-pratico, si pone come obiettivo l’analisi delle tecniche di organizzazione e produzione del cinema e dell'audiovisivo e la loro applicazione finalizzata alla realizzazione di un progetto/preparazione di un prodotto audiovisivo. Oltre a un’introduzione conoscitiva durante i diversi momenti di progettazione saranno approfonditi contestualmente i temi teorici riguardanti le fasi in oggetto.

Contenuti e tematiche: Tipologie di produzione, ruoli e reparti, il produttore audiovisivo indipendente (cenni), acquisizione di un idea per un prodotto audiovisivo (soggetti, sceneggiature ecc), studio e spoglio della sceneggiatura, piano finanziario, preventivo, costo industriale del prodotto audiovisivo, strutture societarie e realtà fiscali per produrre un audiovisivo in Italia, product placement, tax credit (cenni), la distribuzione cinematografica in Italia, leggi e agevolazioni fiscali (cenni).

Modalità della didattica/Organizzazione del corso: Gli studenti, singolarmente o in gruppi sceglieranno una breve sceneggiatura (si prevede che la scelta possa ricadere su uno o più progetti realizzati da altri corsi della scuola di Cinema dell'ABANA o provenire da realtà esterne che collaborano o collaboreranno con ABANA, in caso non dovesse essere possibile procederemo con una simulazione). Per la fase della preparazione, in relazione al numero degli studenti iscritti si potranno formare uno o più gruppi di produzione (piccoli reparti con Organizzatore generale, Direttore di produzione, Ispettore di produzione, ecc).

Modalità di accertamento finale: I gruppi di produzione appronteranno una presentazione breve del progetto audiovisivo (Pitch) che esporranno durante l'esame.

Gli elaborati in forma di file in consegna dovranno essere caricati in una cartella esame sulla piattaforma teams del corso e in aggiunta dovranno essere inviati attraverso Wetransfer (o simile) all'indirizzo istituzionale giancarlo.torri@abana.it. almeno una settimana prima della data dell'appello scelto dai gruppi per discutere l'esame.

Gli elaborati in consegna sono:

La presentazione fatta all'esame (in formato Power Point o simile).

Una brochure di presentazione del progetto audiovisivo.

Un unico documento impaginato con la documentazione inerente alla preparazione completa del progetto che deve contenere la proposta e la descrizione completa del prodotto audiovisivo, il piano economico, il PDL, e tutta l'eventuale documentazione accessoria stilata per eventuali richieste di finanziamento ( in formato PDF).

Ogni studente sarà valutato tenendo conto di una serie di requisiti (esempio: partecipazione, efficacia del lavoro svolto, qualità del progetto presentato e della presentazione ecc.) secondo una tabella che tiene conto di almeno dieci criteri di valutazione.

NOTA: Durante la presentazione del corso chiariremo le regole all'interno delle quali ci muoveremo durante tutte le fasi di realizzazione del progetto preparazione.

Corsi

News