Menu

restauro - ciclo unico

Obiettivi Formativi
I corsi di studio per il conseguimento del Diploma accademico a ciclo unico della Scuola di Restauro hanno l’obiettivo di formare restauratori di beni culturali secondo profili specifici come da normativa.
I diplomati nei corsi di diploma della Scuola devono conseguire una formazione specialistica, attraverso l’acquisizione di una cultura che si fondi sulla conoscenza approfondita delle tecniche e delle metodologie del restauro, basata sullo studio di:
a) discipline scientifiche di base applicate al restauro come chimica, fisica, biologia, geologia;
b) approfondimento delle tecniche del disegno e di ricostruzione grafica finalizzate alla documentazione secondo
le norme vigenti;
c) discipline teoriche e storico-artistiche, della storia delle tecniche nonché delle metodologie di documentazione;
d) tecniche esecutive, materiali artistici, procedimenti e tecnologie;
e)metodologia di indagine diagnostica;
f) discipline giuridiche inerenti la tutela e la valorizzazione dei beni culturali, legislazione per la sicurezza
g)fondamenti di economia, management e gestione delle imprese;
h tecnologie informatiche e multimediali applicate alla tutela e al restauro;
i) moderne metodologie di manutenzione e restauro;
j) storia e teoria del restauro;
k) informatica e lingua inglese, quali conoscenze di base;

Prospettive Occupazionali
L’obiettivo del Corso di Diploma Quinquennale a Ciclo Unico è quello di formare figure professionali capaci di inserirsi con competenza, capacità operativa ed imprenditoriale nel mercato del lavoro connesso alla tutela, alla manutenzione ed al restauro dei beni culturali Il profilo professionale sarà quello di uno specialista che esegua attività nella gestione tecnica, ovvero che diriga e coordini le attività di tutela, ricerca, conservazione, restauro e valorizzazione dei beni culturali.
I diplomati della Scuola, che in base al D.M. 26 maggio 2009, n. 87 - ottengono la qualifica di “Restauratore di Beni Culturali”, svolgeranno attività professionali in diversi ambiti nei campi della conservazione, della manutenzione delle opere d’arte e del loro restauro, in contesti pubblici e privati ed in ogni altro settore in cui si renda necessario l’intervento della specifica figura professionale, quali sovrintendenze, musei, biblioteche, archivi, aziende e organizzazioni professionali operanti nel settore del restauro e della tutela.
Essi potranno, pertanto, assolvere incarichi operativi, di progettazione e di realizzazione dei restauri, nonché di direzione dei lavori. I diplomati potranno, inoltre, accedere a master, specializzazioni e dottorati e lavorare nel campo della ricerca.
Potranno, infine, insegnare le discipline del restauro nelle Scuole di Alta formazione, nelle Accademie e nelle Università.