Didattica e mediazione culturale del patrimonio

 

Obiettivi formativi:

Il corso di studio, articolato in due indirizzi specifici, ha l’obiettivo di assicurare una preparazione specialistica di metodi e tecniche comunicative e di trasmettere competenze culturali, artistiche e professionali necessarie per la didattica dell’arte (primo indirizzo) e la mediazione culturale del patrimonio artistico (secondo indirizzo). Complessivamente, l’obiettivo del corso è quello di formare alla progettazione di strumenti per la promozione e la fruizione del patrimonio culturale e di formare professionisti nel campo più complessivo della didattica dell’arte e dell’educazione in generale, con una forte attenzione alle ricadute culturali e sociali di questi processi.
Infatti, la comunicazione e la didattica dell’arte possono essere indirizzate ad un’utenza in contesti scolastici e strutture espositive, musei e laboratori didattici, ma anche in altri ambienti formativi, quali strategie culturali e sociali, strumento per favorire l’avvicinamento al sapere, la motivazione a studiare, l’apprendimento in profondità, per migliorare le competenze trasversali e limitare processi di esclusione. La didattica dell’arte e attraverso l’arte è intesa come processo trasformativo: come pretesto e pre-testo non solo per mediare il patrimonio artistico, ma anche per integrare e costruire una coscienza critica e sociale.
In particolare, la didattica è riconsiderata alla luce delle innovazioni linguistiche dell’arte contemporanea, delle nuove metodologie e tecnologie, delle problematiche culturali e sociali che ne derivano per la sperimentazione e progettazione dei percorsi didattici, anche nell’ambito della didattica museale e della mediazione del patrimonio.
Gli studenti potranno inoltre acquisire un’adeguata formazione per la gestione di spazi e mezzi per la mediazione dei codici e dei linguaggi dell’arte, nonché per l’utilizzo di strumenti idonei a progettare forme di comunicazione appropriate per specifici obiettivi e contesti, e realizzare interventi didattici che tengano conto di pubblici differenziati (bambini, adulti, anziani, stranieri, disabili, etc.), avvalendosi di laboratori e supporti multimediali di divulgazione e didattica.
Quale proseguimento del percorso triennio di Didattica dell’arte, il corso è strutturato in un primo anno teorico-scientifico incentrato sui settori disciplinari della storia dell’arte, su insegnamenti di carattere pedagogico‐didattico e antropologico, sulle problematiche nate con i nuovi media in relazione alla comunicazione dell’arte, per affrontare problematiche collegate alla mediazione culturale; e in un secondo anno che si differenzierà a seconda dell’indirizzo scelto: l’indirizzo dedicato alla Didattica dell’arte è centrato su insegnamenti teorico-pratici sulle discipline artistiche, la sociologia dell’arte e la sua comunicazione; l’indirizzo dedicato alla Mediazione culturale del patrimonio artistico è centrato su insegnamenti teorico-pratici relativi alla didattica museale, alla museologia, alla gestione e alla comunicazione del patrimonio. 
A questi corsi si aggiungono laboratori di approfondimento, workshop e tirocini formativi curricolari in vista della futura attività professionale.

 

Obiettivi specifici

Gli obiettivi del biennio, nei suoi due percorsi di Didattica dell’arte e Mediazione culturale del patrimonio artistico, sono di: 
- Acquisire consapevolezza su scopi e funzioni della didattica dell’arte e attraverso l’arte, tesa a fare della didattica uno strumento critico e trasformativo
- Acquisire un’adeguata padronanza degli argomenti sui quali si fonda la riflessione e la pratica educativa
- Acquisire consapevolezza della mediazione culturale del patrimonio artistico approfondendo le questioni dell’accessibilità e dell’usabilità
- Acquisire una formazione specialistica tecnico-operativa e progettuale di metodi e contenuti nei settori della mediazione culturale del patrimonio artistico;
- Possedere strumenti metodologici e critici adeguati all’acquisizione e mediazione di competenze dei linguaggi espressivi, delle tecniche e tecnologie contemporanee e non.
- Possedere adeguate competenze e strumenti per la comunicazione e la gestione delle informazioni, anche con strumentimultimediali.

 

Prospettive occupazionali:

I diplomati del Corso potranno svolgere con competenza attività professionali in ambiti pubblici e privati come specialisti in grado di operare con flessibilità e autonomia nei diversi settori del patrimonio culturale e della didattica, nell’organizzazione di manifestazioni e laboratori didattici di eventi artistici e non, nell’ideazione e cura di progetti educativi attraverso le arti, nella gestione e cura degli aspetti comunicativi e sociali, nella predisposizione di supporti comunicativi per la didattica o per la mediazione del patrimonio artistico.

Il Titolo è equipollente alla Laurea Magistrale L.M. 89 -  Storia dell'Arte in base a quanto stabilito dall'art. 103 della Legge 228 del 2012.

 Piano di studi